Marzo 4, 2024

Quando parliamo della formazione dei lavoratori, è impossibile non citare il corso sicurezza sul lavoro, dal momento in cui è fondamentale per prevenire molti problemi, ma non solo. Cosa sono questi corsi, a chi sono rivolti e soprattutto quali sono le materie che si studiano: una mini guida per voi.

Corso sicurezza sul lavoro: perché è importante?

Anzitutto, il corso sicurezza sul lavoro non è solo importante, ma è obbligatorio per legge, dal momento in cui permette di ricevere delle nozioni che tornano utili in caso di incidente o emergenza improvvisa. Chi segue i corsi di sicurezza? Tutti i dipendenti con un contrato determinato, indeterminato, a chiamata. Sì, è rivolto anche ai dipendenti stagionali.

Di solito, la formazione per il corso sicurezza sul lavoro viene suddivisa in due moduli, che ovviamente variano in base alle ore. Oltretutto, in base al lavoro che si svolge, i moduli sono ben diversi: si parte dal rischio basso, medio fino a quello più alto, per esempio chi entra in contatto con sostanze chimiche o pericolose.

Cosa si studia durante un corso sicurezza sul lavoro?

Le materie di studio di un corso di sicurezza sul lavoro variano naturalmente in base alla professione. Ci sono i corsi per addetti antincendio, di primo soccorso, gli aggiornamenti. Sì, perché vanno anche seguiti degli aggiornamenti di sei ore dopo cinque anni dall’ultimo corso, per rimanere sempre informati sulle ultime tecniche.

Su Progetto81, troviamo vari corsi: di alta formazione, covid-19, ma anche per i lavoratori, per i rischi specifici, preposti, dirigenti, RLS, datore di lavoro, coordinatore, primo soccorso, lavori elettrici.

Ogni corso di sicurezza è dedicato a una tipologia ben specifica di lavoratori, e naturalmente ha delle materie di studio specifiche. Essendo obbligatori per legge, vanno assolutamente seguiti, altrimenti si incorre in sanzioni. E inoltre sono essenziali per comprendere come fronteggiare qualsiasi situazione.