Marzo 4, 2024

Oggi, una coppia su dieci ricorre alla procreazione medicalmente assistita. Queste tecniche contribuiscono alla nascita di migliaia di bambini ogni anno. Allora, cos’è la procreazione medicalmente assistita? Come viene inquadrata? Come si sentono le persone dopo aver usufruito dei servizi di procreazione medicalmente assistita Roma?

La gente parla di procreazione medicalmente assistita mentre la professione medica utilizza l’acronimo PMA. I due termini si riferiscono alla stessa cosa: tecniche mediche consistenti nel manipolare lo sperma e/o gli ovuli per ottenere la fecondazione.

La procreazione medicalmente assistita (PMA) si riferisce ai processi che consentono l’incontro tra un ovulo e uno sperma, grazie ad un intervento medico.

Ecco le tre principali tecniche o metodi di PMA di procreazione medicalmente assistita a Roma:

Inseminazione artificiale intrauterina: gli spermatozoi vengono depositati all’interno dell’utero a livello della cervice e la fecondazione avviene poi attraverso il normale processo. Procreazione medicalmente assistita Roma effettua l’inseminazione artificiale intrauterina sia con lo sperma del coniuge che con quello di un donatore . Lo sperma viene processato in un laboratorio approvato prima di essere inseminato nell’utero,

Fecondazione in vitro: si tratta di un processo più complesso. Il team medico esegue la stimolazione ovarica per raccogliere le uova, fertilizzarle in una provetta e trasferirle nuovamente nell’utero della donna. La fecondazione avviene quindi al di fuori del corpo della donna. Questa tecnica è più recente.

Ricezione di embrioni: questo processo consiste nel trasferire uno o più embrioni congelati da una coppia che non ha più un progetto genitoriale, ma che desidera donare il proprio embrione. Questa donazione può essere considerata in caso di doppia infertilità della coppia o doppio rischio di trasmissione di anomalie genetiche.

La Clinica Villa Margherita esegue la PMA con i gameti della coppia o con i gameti di un donatore (sperma o ovociti).

Nonostante i progressi tecnici e medici, la procreazione medicalmente assistita, e la fecondazione in vitro in particolare, rimane un processo lungo e talvolta fisicamente o mentalmente doloroso.

Le coppie che usano la fecondazione in vitro hanno circa il 50% di possibilità di avere un figlio e la percentuale di successo diminuisce con l’età.

E’ consigliabile, pertanto, rivolgersi con fiducia a Clinica Villa Margherita per la procreazione medicalmente assistita Roma.